Intervista a Besmir Qamili

Oggi intervistiamo il nostro centrocampista Besi Qamili

D: Ciao Besi domanda classica per rompere il ghiaccio visto il periodo, raccontaci come sei arrivato all’Acds e quali sono stati i tuoi trascorsi calcistici.

R: Ciao Luca, ho iniziato a giocare quando avevo 6 anni e da lì non ho mai smesso fino a quando avevo 22 anni, poi dopo un paio di anni fermo il vecchio direttore Marco Schiavi mi ha chiesto se mi andava di riprendere, e lo scorso anno ho deciso di ricominciare con l’Acds.

D: Sono due anni che vesti questi colori, che cosa è cambiato quest’anno rispetto allo scorso anno per permettervi di fare un campionato di livello come questo che stiamo vedendo.

R: Sicuramente una delle cose più rilevanti è il gruppo, l’anno scorso c’era qualcuno che pensava solo a se, mentre quest’anno è molto più affiatato. C’e’ la voglia di sacrificarsi per il compagno e soprattutto la voglia di vincere.

D: All’interno dello spogliatoio riesci a dirci due figure importanti per questa squadra?

R: Secondo me non ce ne sono solo due, il nostro è un gruppo nel quale ognuno è importane modo suo…però per me all’interno della società c’e’ una persona fondamentale che è il direttore Andrea Lazzeri è sempre disponibile per tutti noi per ogni problema fuori e dentro al campo ed in queste categorie una persona come lui risulta essere determinante.

D: Ultima domanda la riserviamo alla dirigenza, come li vedi e come stanno vivendo per te questo momento.

R: Li vedo abbastanza soddisfatti, hanno fatto un grande lavoro per migliorare la squadra in estate e credo che i risultati si incominciano a vedere. Ovviamente non abbiamo fatto ancora nulla e bisogna mantenere alta la concentrazione fino alla fine, non solo noi come giocatori, ma tutti, staff, dirigenza e tifosi.