ACDS CAMPIONE!!!!

dav

ACDS Group Nuova Canarini. 4 – 1

Sibio, Federici, Pianelli, Mastropietro

E alla fine anche la matematica, se mai ci fosse stato qualche dubbio, si arrende allo strapotere gialloblu: Acds campione e salto in prima categoria con cinque turni d’anticipo, complice la contemporanea sconfitta del Dinamo Labico. Al Torre Angela arriva la Nuova Canarini, per niente disposta a fare da vittima sacrificale. Le tigri partono forte e sfiorano subito il gol da distanza ravvicinata con Dibari: il portiere para e manda in angolo. Qualche minuto dopo è sempre Dibari a rendersi pericoloso con un gran tiro neutralizzato dal portiere ospite; la pressione della capolista è costante, ma gli avversari chiudono ogni pertugio e fino alla mezz’ora il taccuino non registra altre occasioni da gol. Al 30° è Pianelli a trovare con un bel lancio Marcotulli che si libera in area e colpisce il palo. Nel primo tempo non succede più nulla e le squadre vanno al riposo col risultato fermo sullo 0-0. L’Acds sembra stranamente nervosa e ci vuole tutto il self-control di mister Rubenni per tranquillizzare i ragazzi e per riordinare le idee. Detto, fatto. Bastano, infatti, cinque minuti alle tigri per passare in vantaggio: bella giocata di Federici, cross in area e gol di Sibio da distanza ravvicinata. Al quarto d’ora c’è gloria anche per Mattogno che, inoperoso fino a questo punto del match, si fa trovare pronto e sventa il pericolo. Al 65° pareggio degli ospiti che sfruttano la momentanea inferiorità numerica dell’Acds per le cure a bordo campo resesi necessarie all’acciaccato Cremolini. Il pareggio risveglia i gialloblu che si portano di nuovo avanti con Federici, lesto a ribadire in rete una respinta dell’estremo ospite su tiro di Dibari. A dieci dalla fine è Pianelli a mettere il punto esclamativo su una prestazione personale sontuosa, sul match e sul campionato, insaccando di testa una punizione ben calibrata dal Cholo. Ad un minuto dalla fine Mastropietro cala il poker su assist di Federici. Tutti negli spogliatoi, sconfitta ufficiale del Dinamo Labico e apoteosi gialloblu. Storia di un successo annunciato, verrebbe da commentare: squadra con un altissima cifra tecnica (indubbiamente di categoria superiore), grande cuore e, soprattutto, tanta professionalità. La perfetta organizzazione societaria di patron Miscoli e uno staff sempre pronto a soddisfare ogni esigenza dei ragazzi e un mister competente e tenace hanno fatto il resto. Una macchina perfetta che ha collezionato record su record (veri obiettivi da qui a fine stagione) e che non hai mai avuto la minima flessione in nessun frangente della stagione. È stato un anno trionfale, che si chiude con un trionfo inseguito con convinzione e sacrificio. La leadership del girone G non è stata mai in discussione. Parafrasando il grande Mario Ferretti: c’è una sola squadra al comando, la sua maglia è gialloblu, il suo nome Acds!

RM